mercoledì , 13 dicembre 2017
Home / Articoli / LA GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA

LA GRANDE MANIFESTAZIONE A ROMA

Su: RADIO VATICANA  echi della grande manifestazione del 14 maggio a Roma conclusasi a S.Pietro dal Papa http://media02.radiovaticana.va/audio/audio2/mp3/00581596.mp3

http://it.radiovaticana.va/news/2017/05/14/il_papa_saluta_i_passeggini_vuoti_al_colosseo_/1312188

Il Papa saluta i “passeggini vuoti” contro la denatalità

“Il futuro delle nostre società richiede da parte di tutti, specialmente delle istituzioni, un’attenzione concreta alla vita e alla maternità”. Così il Papa, dopo il Regina Coeli, ha salutato l’iniziativa “passeggini vuoti” al Colosseo. Il flash mob organizzato dal Forum delle Famiglie, è tornato a denunciare il calo della natalità ed ha chiesto alla politica di affrontare un problema che – dice il presidente De Palo – sembra non interessare a nessuno.

Una distesa di passeggini vuoti, provenienti da tutta Italia, hanno invaso il Colosseo, davanti l’Arco di Costantino, per ribadire la bellezza della famiglia, ma anche per sottolineare che il calo della natalità se non affrontato seriamente dalla politica farà sparire l’Italia in breve tempo, e sono state proprio le mamme, che nel giorno della loro festa, hanno letto i dati dell’Istat sulla denatalità:

 “Nel 1964 i nati erano un milione, nel 2016 sono stati 475 mila. Nascono quasi 600 mila bambini in meno. Ogni anno ci sono 100 mila morti più che nascite.”

Il presidente del Forum delle Associazioni Familiari, Gianluigi De Palo, che ha organizzato l’evento, ha ribadito “la centralità della famiglia come motore del Paese” ed ha “invocato la coesione delle forze politiche per l’approvazione di provvedimenti di lungo periodo, che sappiano vedere la famiglia come il volano economico e sociale del Paese”.

Tante le famiglie venute da tutta Italia con passeggini e cartelli con scritto: “Vorrei un figlio ma non posso”:

R. – Abbiamo tre bambini e ogni giorno ci accorgiamo di quanto siamo abbandonati. Vogliamo dimostrare che la famiglia è il punto centrale di questo Stato, che si regge esclusivamente sulla famiglia. La famiglia oggi è l’ammortizzatore sociale più grande: tiene ragazzi oltre i 30 anni a casa, accudisce gli anziani, è la banca senza interessi più grande perché sono mamma e papà che aiutano i figli… E’ l’agenzia di servizi più organizzata. Serve che la scuola sia strutturata in modo tale che le famiglie possano continuare ad andare al lavoro, serve che i contratti delle mamme siano adeguati… C’è il bonus di 800 euro, 500 euro… ma finisce in tre mesi!

D.  – Perché sei venuto qui?

R. – Penso che il nostro futuro è legato alla nascita di nuove vite. Aspetto il quarto figlio, la situazione economica è abbastanza catastrofica e quindi spero che lo Stato si renda conto che senza figli non c’è futuro e che abbiamo bisogno di aiuto. Ma non un aiuto così, “spot”, ma un aiuto strutturato.

R. – Siamo venuti perché crediamo che il futuro del nostro Paese sono i bambini. Viva la vita! Siamo qui perché vorremmo che la famiglia abbia dei riconoscimenti importanti e sia aiutata ad essere famiglia, ad essere quello che è.

R. – Siamo qui perché crediamo che la famiglia sia il ritratto della Trinità. Anche per chi non crede, comunque, la sapienza umana ci insegna che la completezza dell’amore che c’è nel matrimonio non c’è altrove. Chi ha una famiglia al giorno d’oggi ha troppe difficoltà: difficoltà nella scuola, difficoltà a pagare le rette delle mense, gli studi, a trovare dei luoghi adatti…

R. –  Ho lavorato tutta la notte ma ho voluto essere qui stamattina. Crediamo ci sia bisogno del fattore famiglia e riconoscere il ruolo della famiglia a livello sociale e l’importanza dal punto di vista economico come motore dell’economia del Paese e anche più attenzione, più riconoscimento, perché sentiamo che anche la dignità della famiglia è calpestata.

R. – Perché è importante manifestare la presenza e far sentire la voce di tutte le famiglie che hanno bisogno di un sostegno, che hanno bisogno di essere aiutate e c’è bisogno di far comprendere quanto la famiglia in Italia sia importante. Basta monoporzioni per single e, sì, spazio alle famiglie numerose.

Due le fotografie diventate virali sui social, per questo flash mob della famiglia #iostoconipasseggini: quella del silenzio assordante dei passeggini vuoti e quella delle famiglie tra i bambini e carrozzine per sottolineare che la vita dona speranza e futuro.